fbpx

A Milano, i segreti della Cà Granda

Milano ospita uno dei luoghi più ricchi di storia e mistero presenti in Italia: si tratta della Cà Granda. Quest’ultima è una costruzione che risale al 1400 e che, attualmente, è sede dell'Università di Milano. Quest'anno, verrà data ai suoi visitatori un'opportunità unica e irripetibile: è stata organizzata l'apertura straordinaria dell'Archivio di Stato e del Sepolcreto.

Un’occasione da non perdere

Grazie a questa apertura straordinaria, abbiamo l'occasione di visitare due luoghi che generalmente non si potrebbero visitare. Per partecipare, basterà prenotarsi sul sito Arsemilano.it e prepararsi a vivere questa esperienza degna di un documentario. Facendo così, si potrà intraprendere un viaggio nei segreti di uno dei più antichi ospedali d'Italia, accompagnati da un personale altamente qualificato.

Le sale che ospitano l'Archivio di Stato del Cà Granda a Milano erano, un tempo, il luogo delle riunioni del consiglio d'amministrazione del nosocomio. Dal 1700, ospitano tutta la documentazione dell'ospedale, dalla sua costruzione ai giorni nostri.

La visita al Sepolcreto del Cà Granda a Milano

Come anticipato, grazie all’apertura straordinaria di quest’anno, potrete visitare anche il Sepolcreto, ovvero il luogo dove venivano sepolte tutte le persone decedute all’interno dell'ospedale e non solo. All'epoca i decessi ospedalieri non erano ammessi nei cimiteri parrocchiali e, di conseguenza, si creavano spazi destinati a questo scopo. Nel Sepolcreto del Cà Granda si contano oltre 150.000 salme.

Molti personaggi illustri hanno usufruito di questo spazio per i propri studi. Uno tra questi è Leonardo da Vinci, che utilizzò alcune salme per i suoi studi di anatomia… In pratica, la Cà Granda a Milano è forse uno dei luoghi più misteriosi che potrete visitare e l'occasione potrebbe non ripetersi per tanti o tantissimi anni!

L'appuntamento è cominciato il 27 gennaio 2018 e finirà il 30 giugno 2019. Gli orari vanno dalle 17.00 alle 20.00 il mercoledì e venerdì, dalle 15.00 alle 22.00 il sabato e dalle 12.00 alle 19.00 la domenica.